Il Gioco del Football Fantasy

PDF Download
grandi scoperte
 

Razze, Team e Giocatori

I team di Blood Bowl inseguono la fama e la gloria guidati dai loro Star Players. Vengono ingaggiati, allenati e schierati sui campi da gioco dalle giungle infestate di serpenti di Lustria fino alle cime ghiacciate dei Monti Confini del Mondo.

Blitzmania
 

Fama, gloria, e oro sono le sirene i cui richiami hanno attirato sui campi da gioco tutte le razze.

Un numero sconfinato di team hanno rappresentato le varie razze nel corso degli anni e ancora oggi ne vengono fondati di nuovi. Blood Bowl è uno sport brutale e spietato e la maggior parte delle carriere ha vita breve. Gli infortuni e le morti (dentro e fuori dal campo) sono inevitabili. I tifosi di Blood Bowl sono appassionati e intransigenti, e non è raro che un team venga abbandonato dai suoi sostenitori. Un allenatore astuto potrebbe cambiare il nome del proprio team più di una volta nel corso di una sola stagione per evitare la vergogna di una sconfitta. Altri sono costretti a reclutare un team completamente nuovo. Tutta questa varietà di situazioni fa sì che il panorama di Blood Bowl rimanga in costante mutamento.

Tuttavia, alcuni team, anche se sono rimasti poco sotto le luci dei riflettori, saranno ricordati per sempre negli annalli della storia di Blood Bowl. Grazie a qualche glorioso touchdown o alla violenza dimostrata sul campo, i loro nomi sono diventati sinonimo di Gran Gioco. In basso troverai una breve panoramica di questi team e dei famigerati Star Players che li hanno guidati alla vittoria.

Blood
Separator line

Profilo del team: Reikland Reavers

Colori del team: Blu e Bianco

Proprietario: JJ Griswell Jr

Allenatore Capo: Helmut Zwimmer

Stadio: Oldbowl (capacità 71.411, superficie in astrogranite)

Giocatori: Humans

Onorificenze del team: Vincitori del Blood Bowl: 2471 (XL), 2479 (XIX), 2485 (XXV), 2487 (XXVII), 2491 (XXXI). Vincitori della Chaos Cup: 2396, 2399-2405, 2412, 2422-2427, 2448, 2461, 2463, 2470

Sala delle Glorie: Walter damm Kempft, Erdrich Holstein, Coach Johann Weisshaupt, Jules Winder

Voto del team di Spike! Magazine: 321

I team Humans tendono ad essere abbastanza completi tecnicamente. Grazie alla loro versatilità possono tentare qualsiasi tipo di giocata e risultare altamente imprevedibili.

I Reavers furono fondati più di cento anni fa, nel 2389, quando si liberò un posto in quella che all’epoca era la Oldlands Conference. Durante i primi anni di attività erano conosciuti come Altdorf Acolytes. Il team si guadagnò rapidamente un’ottima reputazione per la propria abilità tecnica. Per assicurarsene, il proprietario originale, DD Griswell Senior, si procacciò i migliori giocatori delle terre occidentali. Grazie al terrificante potere d’acquisto e agli ottimi ingaggi i Reavers sono stati uno dei team migliori della lega durante tutta la loro lunga vita. Oggi, sotto la guida del pronipote di DD, JJ Griswell Junior, i Reavers a livello tecnico sono probabilmente il team più completo del mondo conosciuto.

Inno:
“Tornatetene in Panchina
Sparisci in un baleno
Non puoi battere i
Reavers Non ci provare nemmeno.”

Preordina ora

Profilo del team: Gouged Eye

Colori del Team: Rosso e bianco

Proprietario: Sua Somma Grassità Gobsuck Skullcrush XII

Allenatore Capo: Gort Severlimb

Giocatori: Orcs

Onorificenze del team: Vincitori della Chaos Cup 2441, 2445, 2450, 2451, 2452, 2453, 2454, 2460, 2469, 2473, 2477, 2482, 2483. Vincitori del Blood Bowl 2464 (IV), 2473 (XIII), 2495 (XXXIV)

Sala delle Glorie: Eruk Ogrehack, Bolg Stonemangle, Garg Worm-face

Voto del team di Spike! Magazine: 317

Gli Orcs sono grossi, forti e pesantemente corazzati, e la tattica preferita dei loro team è maciullare i giocatori avversari e lasciarli riversi sul campo da gioco, incapaci di contendere la palla. Segnare è una preoccupazione secondaria.

Nella tetra penombra del Doom Dome gli Orcs godono di un vantaggio domestico fenomenale e sono più che felici di lasciare che la folla rumorosa e belligerante intimidisca gli avversari. Lo stesso vale per le trasferte, dato che ovunque giochi il team viene seguito da una Waaagh! di tifosi. Il Gouged Eye è cresciuto costantemente negli anni e ora è uno fra i maggiori contendenti al titolo. Il Gouged Eye ha prosperato sotto la guida del signore tribale Gobsuck Skullcrush XII e, grazie ai metodi d’allenamento estremamente sadici di Severlimb, il ciclo di violenza ricevuto in allenamento si rispecchia in ogni azione del team: è raro che una partita contro i Gouged Eye non finisca con molte perdite. Non bisogna sottovalutarli nemmeno quando affrontano avversari vincenti come i Reavers: sono un rullo compressore lanciato verso la vittoria del campionato e sono inarrestabili.

Inno:
“Ziamo Orcs non è una bugia
vi faremo provare la vera agonia
Ztrapperemo tutti i kapelli di voi sciokki
e ze non basta vi kaveremo gli okki!
Dammi una G, dammi una O, dammi una W,
dammi una J… (ecc.)”

Preordina ora

Profilo del team: Skavenblight Scramblers

Colori del Team: Giallo

Proprietario: La città di Skarogna

Allenatore Capo: Vytik the Many Headed

Giocatori: Skaven

Onorificenze del team: Vincitori del Blood Bowl 2477 (XVII), 2478 (XVIII), 2493 (XXXII); Vincitori della Chaos Cup 2493; Team Orcidas 2478, 2493

Sala delle Glorie: Tarsh Surehands, Breeet Braingulper, Rasta Tailspike

Voto del team di Spike! Magazine: 146 (la valutazione è precipitata dopo il disastro delle gallerie!)

I team Skaven sono molto veloci e furtivi. Se con un’impresa sovrumana si riesce ad acchiapparne uno continuerà a diviconcolarsi per sfuggire. Sono i giocatori più scorretti della lega e alcuni sono assassini professionisti.

Dalle peggiori fogne emergono gli Skavenblight Scramblers, il più importante team Skaven al mondo. I loro diretti concorrenti, i Warphunters, vengono regolarmente e sonoramente battuti da questo team tre volte vincitore del Blood Bowl. Il team mette in campo una letale combinazione della naturale velocità degli Skaven e della forza bruta dei Rat Ogres. Sarà solo una questione di tempo prima che gli Scramblers tornino a dominare la lega. I team Skaven non sono mai a corto di tifosi (che a volte sembrano letteralmente strisciare fuori dalle pareti) e gli Scramblers hanno talmente tanti seguaci che spesso si rende necessario creare posti a sedere addizionali per accoglierli. Purtroppo quando visitano uno stadio questo non rimane quasi mai intatto.

Inno:
“C’era una volta un team da Skarogna
composto da sfuggenti topi di fogna.
Intorno agli avversari continuavano a danzare
per pugnalarli alle spalle e per farli urlare!”

Preordina ora

Blood
 
Blood
Separator line

Star Player sotto i riflettori: Mighty Zug

Età: Sconosciuta

Altezza: 7 piedi e 2 pollici

Peso: 325 libbre

Ruolo: Quello che gli pare

Carriera: 5 touchdown su corsa, 266 uccisioni/infortuni gravi provocati

Premi: 33 Most Valuable Player. Giocatore dell'Anno del McMurty’s Spamburgers 2482, 2484, 2485. Peggior Placcaggio dell'Anno per il Comitato di Controllo Antiviolenza 2484, 2487. Medaglia Vincitore del Blood Bowl 2479, 2485, 2487. Medaglia Partecipazione al Blood Bowl 2483

Voto Star Player di Spike! Magazine: 374

Secondo il loro atto costitutivo, ogni anno i Reikland Reavers devono prendere un giovane orfano come apprendista. Spesso questa pratica ha dato ottimi risultati, dato che molti dei trovatelli sono diventati dei veri duri tanto disposti a placcare un Orc quanto a strappargli una gamba a morsi. Tuttavia, quando nel 2468 alla selezione si presentò un individuo grosso, inutile, piagnucoloso e goffo conosciuto solo come Zug, i Reavers credettero di essere stati bidonati. Era enorme, sovrappeso e fuori forma, brutto, brutale e apparentemente molto stupido. Di conseguenza era molto infelice e con il suo atteggiamento poco collaborativo rendeva infernale la vita degli altri apprendisti.

Dopo diversi mesi di farneticazioni da parte del gigante, il capo allenatore Helmut Zwimmer non poteva più sopportare le interruzioni e decise di occuparsi di Zug direttamente. Zwimmer non è famoso per essere un allenatore gentile, e gradualmente riuscì a penetrare la nebbia nel cervello del suo pupillo. Quello che tornò ad allenarsi con il resto del team era uno Zug nuovo e più felice e in breve tutti realizzarono l’impresa compiuta dal capo allenatore: il nuovo Zug era una rivelazione. La sua massa era bilanciata da abilità e coordinazione; il ragazzo aveva le dimensioni e la forza e sapeva come usarle! Zug giocò la prima partita con la prima squadra dei Reavers nell’autunno del 2476 e durante il primo tempo riuscì a far notare la sua presenza infortunando gravemente otto giocatori di Middenheim. Nel corso degli anni è diventato uno degli idoli dei tifosi visto che è uno dei giocatori più divertenti da guardare. Di certo non fa gesti atletici spettacolari (è raro persino che si metta a correre) ma è esperto nel mettere fuori gioco gli avversari con un semplice manrovescio. Uno dei risultati più interessanti di questa tecnica è che possiede la più grande collezione di denti di Orc del mondo.

Star Player sotto i riflettori: Varag Ghoul-chewer

Età: 30

Altezza: 5 piedi e 2 pollici

Peso: 188 libbre

Ruolo: Blitzer, capitano

Carriera: 1.042 blitz su corsa, 402 blitz su passaggio, 51 touchdown, 299 vittime

Premi: Orc dell'Anno dell'Orcworld Magazine, Giocatore dell'Anno AFC 2485, Medaglia Vincitore della Chaos Cup 2477, 2482, 2483, Medaglia Partecipazione al Blood Bowl 2478

Voto Star Player di Spike! Magazine: 417

Ci sono stelle di Blood Bowl di ogni forma e dimensione. Alcuni tifosi idolatrano i giocatori perché sono belli, forti o carismatici. Altri, invece, notano e apprezzano il gioco tattico e molti di questi sono tifosi del capitano di lunga data del Gouged Eye, Varag Ghoul-Chewer. Il cervello insolitamente tattico (per un Orc!) di Varag e il suo stile di gioco violento gli hanno assicurato una folla di tifosi fanatici.

In origine Varag era un caposquadra nelle miniere di piombo Wolfleg nel Drakwald orientale, ma nel 2471 fu catturato dagli schiavisti della tribù rivale Gouged Eye. L’anno seguente fu notato dall’allenatore del loro team di Blood Bowl, il famoso Gort Sever-limb, mentre metteva uno dei suoi carcerieri sulla lista degli infortuni critici. Riconoscendo il potenziale vantaggio di aver un giocatore in grado di prendere qualche decisione rudimentale, Sever-limb corse il rischio di mettere Varag, seppur privo di esperienza, alla testa del team del 2474 (la maggior parte del team del 2473 era stata massacrata da ‘Axeface’ Mangelsson dei Vynheim Valkyries l’anno precedente).

Ghoul-Chewer ha fatto subito il botto, e nonostante qualche complicazione dovuta a diverse punizioni drastiche per insubordinazione, è rimasto alla testa del team Gouged Eye durante la sua scalata al successo. Ha raggiunto l’apice qualche anno fa guidando i giovani compagni alla vittoria della seconda Chaos Cup. Ora ha deciso di mettere in piedi un team in grado di vincere anche il Campionato di Blood Bowl!

Star Player sotto i riflettori: Griff Oberwald

Età: 35

Altezza: 6 piedi e 4 pollici

Peso: 168 libbre

Ruolo: Blitzer; capitano

Carriera: 65 touchdown su ricezione, 96 touchdown su corsa, 69 uccisioni/infortuni gravi provocati, 4 intercetti

Premi: 9 Most Valuable Player, Medaglia Miglior Nuovo Giocatore Bloodweiser 2484. Giocatore dell'Anno AFC 2487. Medaglia vincitore del Blood Bowl 2485, 2487, 2491

Voto Star Player di Spike! Magazine: 463 punti

Non succede spesso che l’allenatore capo dei Reikland Reavers, Harry Zwimmer, abbia una buona parola per un altro essere umano, ma pare che vedendo giocare per la prima volta il giovane Griff Oberwald abbia dichiarato: “Quel ragazzo è quasi sopra la media!”. Un simile complimento da parte del burbero allenatore è stato solo il primo di molti ricevuti dalla giovane superstar di Streissen che è stato chiamato “Griff il divino” (Spike! magazine), “Un accidenti di marcatore!” (Middenheim Mirror) e “Il più grande dono per la nostra professione da quando per la prima volta Morg ‘N’ Thorg ha strappatto a morsi la testa di un Goblin durante la Chaos Cup!” (Gazzetta del Becchino).

Il giovane Oberwald si fece subito notare dai tifosi dei Reavers durante la sua prima partita con il team alla fine del 2483, quando con i suoi placcaggi particolarmente feroci portò a casa tre orecchie, un naso e una sospensione per due partite. Imperterrito, Griff si guadagnò un posto in prima squadra dove si fece strada fra le linee insieme al cugino acquisito (e capitano del team) Orlak Sturmdrang. Un’eccezionale seconda stagione con i Reavers gli valse una preziosa medaglia come Miglior Nuovo Giocatore e culminò con il touchdown decisivo contro i Darkside Cowboys durante quella sommossa in piena regola che fu il Blood Bowl XXV.

Oberwald possiede le classiche qualità dell’eroe di Blood Bowl. Alto, atletico e forte, è più aggraziato e coordinato della stragrande maggioranza degli altri giocatori. In mezzo a un campo da gioco fangoso è immediatamente riconoscibile grazie alle macchie di sangue sull’attrezzatura. Oberwald è un individuo affascinante e non sorprende che le ragazze impazziscano quando ha la palla tra le mani. Griff divenne capitano del team all’inizio della stagione dell’87 e lasciò subito il segno guidando i compagni più energicamente che mai e con risultati impressionanti. Il Reikland finì  la stagione vincendo di nuovo il Blood Bowl e Oberwald fu votato come Giocatore dell’Anno AFC. Da allora Griff ha continuato a migliorare e ora è uno dei giocatori di Blood Bowl più rispettati (e temuti!) del mondo.

Star Player sotto i riflettori: Morg ‘N’ Thorg ‘The Ballista’

Età: Sconosciuta

Altezza: 7 piedi e 11 pollici

Peso: 390 libbre

Ruolo: Blocker; capitano

Carriera: 42 touchdown su ricezione, 43 touchdown su corsa, 512 uccisioni/infortuni gravi provocati

Premi: 46 Most Valuable Player. Medaglia del Servizio Trapianto Organi 2479, 2491. Peggior Placcaggio dell'Anno per il Comitato di Controllo Antiviolenza 2479, 2480, 2485, 2486, 2491. Giocatore dell'Anno NFC 2485. Medaglia Vincitore della Chaos Cup 2471, 2487

Voto Star Player di Spike! Magazine: 685

I Chaos All-Stars sono molto popolari presso il pubblico di Blood Bowl. Questo è sicuramente dovuto alla magia bizzarra e agli strani riti ma, almeno in parte, anche al successo del Blocker Ogre Morg ‘N’ Thorg. Morg (soprannominato dai commentatori ‘The Ballista’) è un giocatore enorme e torreggiante. A causa della testa semirasata e del volto tetro e zannuto, il suo aspetto è molto spaventoso, ma fuori dal campo è gentile come un agnellino e va molto d’accordo con i bambini. Grazie a una serie di pubblicità per la sicurezza stradale che ha girato, gli incidenti sono diminuiti di più del 25% e ha venduto più carta igienica di chiunque altro nella storia!

Sul campo da gioco, però, è Morg l’incidente (o perlomeno le vittime dei suoi placcaggi sembrano essere state coinvolte in un disastro stradale!). Le sue tattiche di gioco sono tanto semplici quanto efficaci: o si apre la strada schiacciando chiunque si trovi di fronte e segna, o dà la palla a uno dei suoi compagni Goblin e lo lancia direttamente nella zona di meta!

I biografi non sono ancora sicuri delle origini di Morg; la leggenda vuole che si sia semplicemente presentato a un allenamento e si sia iscritto. Qualunque sia la sua provenienza, è nato per essere un giocatore dei Chaos All-Stars essendo sia calcolatore che crudele ed essendo stato benedetto con un aspetto brutale. Con i giornalisti è sempre molto riservato sui dettagli della sua storia personale e a volte dimostra questa “timidezza” agli inviati più irritanti. Guarda caso Morg è l’unico giocatore nella storia di Blood Bowl a essere stato introdotto nella Sala delle Glorie prima di essersi ritirato dall’attività sportiva.

Blood
 
Close